Mario bonissi
handbike grand prix

L'Evento

Il "Mario Bonissi Grand Prix" vuole essere una competizione sportiva dedicata al mondo della disabilità, nello specifico la disciplina dell'handbike.

 

Lo scopo è quello di ricordare la figura di Mario Bonissi, appassionato di ciclismo e che grazie al suo operato negli anni ha permesso e contribuito alla crescita sportiva del GS Rancilio  

La figura di Mario per il GS Rancilio 

Mario Bonissi è stato un appassionato di ciclismo, ha seguito i figli Vittorio e Manuela durante la loro carriera sportiva, non è di certo mancato il tempo per i nipoti Sofia, Martina e Matteo tra momenti in famiglia e quelli di sport.

Dopo una lunga parentesi lavorativa presso gli stabilimenti produttivi dell'Alfa Romeo ad Arese, città a pochi kilometri da Milano, Mario si è dedicato alla società sportiva GS Rancilio diventandone la guida dal 1998 al 2021.

Grazie a Mario il GS Rancilio nel 1999 scopre una nuova disciplina: l'handbike. una bicicletta condotta dall'atleta grazie all'utilizzo della forza prodotta dalle braccia.

Per diversi anni il GS Rancilio ha organizzato una gara di handbike che è pian piano cresciuta di importanza entrando a far parte dal 2004 del Circuito Europeo EHC (unica prova italiana).

 

L'edizione certamente da ricordare con maggior entusiasmo è quella del 2007 quando il GS Rancilio organizza il Campionato del Mondo di Handbike dove Parabiago per tre giorni diventa "il Centro Mondiale dello Sport Disabile": 130 Atleti, 28 Nazioni rappresentate, 135 addetti all'organizzazione, oltre 300 volontari e 15.000 persone presenti come pubblico sono il risultato di un duro lavoro durato oltre 2 anni. 

13007199_10201544911262409_7304200090489077374_n.jpg